titolo scheda libro.GIF (968 byte)


  Libro non disponibile  
     
  Lombardia patrimonio dell'umanità  
     
     
Autore/i: Meazza Carlo  - Titoli dello stesso autore
Di Pietro Luciano 
Chiericati Cesare 

Altri Autori:  

Contributi di : Fotografie di: Carlo Meazza 
Presentazione di: Robi Ronza 

Sottotitolo: I luoghi dell'Unesco
Volume speciale di Patrimonio Artistico Italiano
Tutto illustrato a colori, formato cm. 21x29, brossura con alette

Prezzo: Euro 49,00

Argomento: Arte / Fine Arts - World Arts

Rassegna Stampa: Lombardia Oggi del 01/07/2015  -   - Altre recensioni

Commento:

Questo libro ideato dal fotografo Carlo Meazza illustra i luoghi lombardi che l'UNESCO ha riconosciuto come “Patrimonio dell’Umanità” a partire dal 1972, per la loro valenza storica, artistica o naturale. È dal lontano passato paleontologico che inizia il percorso con il patrimonio fossile di Monte San Giorgio e si dispiega attraverso l’arte rupestre in Val Canonica, le testimonianze preistoriche fra i laghi di Varese e Garda, i luoghi d’arte longobardi fra Castelseprio e Brescia, il cenacolo vinciano con Santa Maria delle Grazie, i Sacri Monti - splendido lascito della stagione barocca lombarda -, giungendo infine sino alle testimonianze del recente passato industriale, con il villaggio operaio di Crespi d’Adda e la più alta ferrovia d’Europa, capolavoro d’ingegneria che collega la Valtellina ai Grigioni. Il libro vuole essere un’introduzione e insieme un invito alla visita dei siti che rappresentano a livello internazionale, certamente non esaurendolo, il patrimonio artistico-monumentale lombardo. I testi scritti da professionisti di lunga esperienza raccontano con un linguaggio sintetico e chiaro la storia e il valore di ogni singolo luogo. L’eccezionale documentazione fotografica, interamente a colori, cerca di restituire la realtà di quei luoghi nella loro semplice e straordinaria bellezza. Obiettivo del fotografo é stato anche quello di illustrare il paesaggio naturale nel quale quei luoghi si trovano sotto i variabili cieli lombardi, parte ineludibile del loro fascino e della loro fortuna. Nonostante l'impegno e la professionalità degli autori niente può naturalmente sostituire la visita e il contatto diretto con queste bellezze. La fotografia e i testi non possono certamente sostituire l'emozione che si può provare davanti a simili realtà; possono però essere strumento per invogliare la visita e per mantenerne la memoria. Il libro presenta una cartina schematica che indica con facilità i luoghi descritti e, in una sezione finale, una traduzione completa in inglese dei testi.


Anno di pubblicazione: Novembre 2011

Pagine: 220

Collana: Patrimonio Artistico Italiano

Disponibilità: Non Disponibile

ISBN (a 13 cifre): 978-88-16-60467-4