titolo scheda libro.GIF (968 byte)


  Inserisci nel carrello  
     
  Dossetti rimosso  
     
     
Autore/i: Bianchi Giovanni  - Titoli dello stesso autore
Trotta Pino 

Prezzo: Euro 12,00

Argomento: Storia / History

Rassegna Stampa: Avvenire del 23/10/2016  -   - Altre recensioni

Commento:

Dossetti, dopo Antonio Rosmini, è il grande rimosso della cultura e della Chiesa italiane. È Dossetti stesso ad avere suggerito il rapporto con Rosmini, e una circostanza li accomuna: la difficile «traducibilità » delle rispettive esperienze oltre i confini nazionali. Eppure, Dossetti ha avuto la ventura di essere studiato, e addirittura «storiografato», da subito, durante l’impegno politico, benché il monaco di Monte Sole sia stato in politica sette anni in tutto, compresi quelli passati da partigiano. È poi ritornato in campo, come San Saba, quando ritenne che fosse messa a rischio la prima parte della Costituzione del 1948. Rivisitarne non tanto la memoria ma il lascito culturale può dunque essere operazione ricostruttiva nella fase in cui il cattolicesimo politico si trova alla fi ne di un ciclo e le politiche vincenti si presentano senza fondamento. Proprio perché la forma che ci siamo lasciati alle spalle è quella del partito.

GIOVANNI BIANCHI, Presidente delle ACLI, è stato tra i fondatori del PPI (Partito Popolare Italiano) e presidente nel ’95-’96. Deputato dal ’94 al 2006, nel 2008 ha coordinato il Partito Democratico milanese. Presiede il Circolo Dossetti di Milano e, dal 2012, l’Associazione nazionale dei Partigiani Cristiani. Saggista, collabora a giornali e riviste e ha diretto il periodico di spiritualità e politica «Bailamme».
GIUSEPPE (PINO) TROTTA, ha lavorato a lungo sulla storia del movimento cattolico. Ha curato l’antologia G. Dossetti, Scritti politici (Genova 1995) e il volume collettaneo Giuseppe Dossetti. La vicenda politica (Milano 1997). Di G. Dossetti ha scritto anche la prima biografi a: Giuseppe Dossetti. La rivoluzione nello Stato (Firenze 1996 e Reggio Emilia 2006). Postuma (co-curatore Fabio Milana) è uscita nel 2008 la poderosa ricerca L’operaismo degli anni Sessanta. È stato coordinatore di redazione della rivista di spiritualità e politica «Bailamme» e di «Quaderni di Azione Sociale». È stato a lungo responsabile dell’Ufficio Studi nazionale delle ACLI.


Anno di pubblicazione: Luglio 2016

Pagine: 96

Collana: Fuori collana

Disponibilità: Disponibile

ISBN (a 13 cifre): 978-88-16-41364-1